La giusta colla per ogni miniatura

da Giacomo Bellisi
553 visualizzazioni

Con l’avvento della plastica e della resina di alta qualità nel mondo delle miniature praticamente non esistono quasi più modelli che non richiedano l’utilizzo di colla per essere assemblati* (nonché incollati alla basetta, ma questo valeva anche per i più vecchi modelli in metallo).

A seguire vediamo quali colle vi serviranno e gli usi ai quali sono maggiormente adatte:

Colla per plastica

Questo tipo di colla praticamente fonde due pezzi di plastica tra loro. Una volta unite le due parti impiegherà dai 20″ al minuto prima avere una presa salda (il ché rende possibile posizionare i due pezzi in modo che collimino perfettamente). È bene lasciare il modello in posa per un’oretta almeno prima di poter maneggiare la miniatura senza rischiare di scollarla. Come forza dell’incollaggio è probabilmente la colla più forte che utilizziamo nel modellismo delle miniature, proprio grazie al fatto che i pezzi diventano praticamente uno solo, una volta che la colla si è asciugata completamente.

Mi sento di consigliare alcune colle per plastica che ho personalmente provato e che continuo stabilmente ad utilizzare:


Cianoacrilica, detta anche supercolla

La colla cianoacrilica va utilizzata quando si ha a che fare con miniature in metallo o in resina, detta anche supercolla o anche Attak (a noi italiani piace spesso nominare le cose con la marca che le produce, basti pensare a tutte le creme alla nocciola!).
Caratteristica principale della cianoacrilica è quella di avere un tempo di asciugatura veramente ridotto, purché si usi con estrema parsimonia. Più colla mettete, più difficile sarà l’incollaggio.
La cianoacrilica è la colla giusta anche quando si devono incollare tra loro pezzi di materiali differenti (plastica-metallo, metallo-resina, plastica-resina).

Quale cianoacrilica acquistare?


Colla vinilica

Non serve a incollare nessun pezzo della miniatura, ma è la regina dell’imbasettamento. Il polivinilacetato (PVA) ha la caratteristica di penetrare a fondo nelle porosità, può essere diluito con l’acqua e, una volta asciutta, diventa trasparente. Per l’imbasettamento basta stenderla sulla basetta e schiacciarla a testa in giù sull’erba o sulla sabbia da modellismo (o spolverarla con questa, a seconda dei casi). Ha una buona presa anche su sugheri particolarmente porosi, rendendoli anche più duri e solidi, quando ben impregnati di vinilica.

Fermo restando che l’uso che ne facciamo non è quasi mai di precisione, praticamente tutte le colle viniliche vanno bene, consiglio qui solamente quelle che ho utilizzato personalmente:

Piccolo trucchetto sulla vinilica: quando diluita con molta acqua può essere utilizzata per ottenere l’effetto bagnato o umido su una basetta; ad esempio può essere steso su uno strato (asciutto) di Stirland Battlemire della GW per ottenere l’effetto del fango umido.


Colla a caldo

La colla a caldo si applica tramite un’apposita pistola che riscalda lo stick di colla e lo spinge, sciolto, attraverso un ugello. Difficilmente la colla a caldo verrà utilizzata per incollare una testa o un braccio di un modello di Warhammer, per il semplice fatto che non può essere precisa nella sua applicazione (basti pensare alla dimensione dell’ugello della pistola a caldo). Però si ritaglia bene il suo posto quando abbiamo a che fare con grandi statici homemade. È ottima per incollare legno, stoffe e cartone. Non è una colla di precisione, però ha un tempo di asciugatura estremamente rapido ed una presa molto salda quando viene utilizzata su materiali porosi.

In questo caso consiglio solamente la pistola della Tacklife, che è quella che possiedo io casa, ma se ne trovano di diversi tipi, più o meno economici, e, diciamocelo, per quello che serve a noi, una vale l’altra…


*non si dica che gli easy to build della GW possono essere assemblati senza colla perché è un delitto

NB: so che la foto in evidenza nell’articolo è quantomeno ambigua però ricordati una cosa… la malizia è negli occhi di chi guarda 🙄

Articoli Correlati

Lascia un commento

* Utilizzando questo form sei consapevole del fatto che condividerai con noi alcuni dei tuoi dati. Per maggiori informazioni puoi visitare la nostra Privacy Policy.